Pesticidi in Frutta e Verdura e Bassa Qualità di Sperma

pesticidi frutta Alti livelli di residui di antiparassitari nella frutta e verdura sono stati associati ad una minor qualità del seme, secondo uno studio scientifico.

Gli autori dichiarano che la ricerca è stato solo un primo passo in quello che dovrebbe essere un esame molto più ampio e approfondito.

Ci teniamo a precisare che innanzitutto non hanno invitato affatto a smettere di mangiare frutta e verdura, ma se possibile incrementare il consumo di frutta e verdura proveniente da agricoltura biologica.

La squadra di scienziati degli Stati Uniti ha analizzato 338 campioni di sperma da 155 uomini che frequentano un centro di fertilità tra il 2007 e il 2012.

I volontari sono stati scelti tra un’età di 18 e 55 anni, nessuno di loro aveva avuto una vasectomia, e facevano parte di una programma di coppia per utilizzare le proprie ovaie e sperma per un trattamento a favore della fertilità.

Gli uomini sono stati invitati a compilare un questionario sulla loro dieta, chiedendo loro quanto spesso, in media, consumano porzioni di frutta e verdura.

Questi dati sono stati poi catalogati come a rischio basso, moderato o alto di presenza di residui di antiparassitari, sulla base della US Department Agricolture.

Piselli, fagioli, pompelmo e cipolle, per esempio, sono classificati nella categoria a basso contenuto di pesticidi, mentre peperoni, spinaci, fragole, mele e pere sono nella categoria ad alto contenuto di antiparassitari.

I dati raccolti hanno considerato la frutta e la verdura come se fosse stata sbucciata e lavata prima di essere consumata.

Gli uomini che hanno avuto il maggior consumo di cibi classificati nella categoria a più alto contenuto di pesticidi  avevano un numero di spermatozoi totale di 86 milioni di spermatozoi per eiaculato.

Il 49 per cento in meno degli uomini che consumavano cibi della categoria a basso contenuto di pesticidi avevano un numero di spermatozoi di 171 milioni per eiaculato.

Non ci sono state differenze significative tra i gruppi di residui “basso” e “moderato” contenuto di pesticidi.

“Per quanto ne sappiamo, questo è il primo rapporto sul consumo di frutta e verdura con alti livelli di residui di antiparassitari in relazione alla qualità dello sperma”, ha detto lo studio, pubblicato sulla rivista Human Reproduction.

“Questi risultati suggeriscono che l’esposizione ai pesticidi utilizzati nella produzione agricola attraverso la dieta può essere sufficiente per influenzare la spermatogenesi nell’uomo.”

Gli scienziati che hanno condotto lo studio hanno riconosciuto comunque i limiti di questa analisi: gli uomini che frequentano le cliniche della fertilità sono inclini ad avere problemi di qualità del seme, e la dieta in questo caso è stata valutata solo una volta e avrebbe potuto cambiare nel corso del tempo.

Inoltre, i residui di antiparassitari sono stati stimati piuttosto che effettivamente misurati in laboratorio, e non si sapeva se la frutta e la verdura che sono stati consumati erano convenzionalmente coltivati ​​tradizionalmente o tramite agricoltura biologica.

“Questi risultati non dovrebbero scoraggiare il consumo di frutta e verdura in generale”, ha detto Jorge Chavarro, assistente professore di nutrizione alla Harvard TH Chan School of Public Health di Boston, che ha co-condotto lo studio.

“In realtà, abbiamo scoperto che l’assunzione di frutta e verdura è collegata alla qualità dello sperma.”

“Questo suggerisce che l’attuazione di strategie specificamente mirate ad evitare residui di pesticidi, come ad esempio il consumo di prodotti da agricoltura biologica o evitare i prodotti noti per avere grandi quantità di residui, può essere la strada da percorrere.”

Studiosi e ricercatori esterni hanno commentato che la ricerca era interessante ma limitata. Un lavoro ulteriore di ricerca sarebbe necessario per confermare i risultati da applicare oltre questo piccolo gruppo di uomini.

“Questo documento può provocare inutili preoccupazioni”, ha detto Jackson Kirkman-Brown delle donne Birmingham Centro Fertilità nell’Inghilterra centrale.

“Gli uomini che desiderano ottimizzare la qualità dello sperma devono necessariamente avere una dieta sana ed equilibrata fino a quando più dati saranno disponibili”, ha confermato il Britain’s Science media centre.


Comments are closed.