Intossicazione da Metalli Pesanti e 5 Ottimi Frutti Disintossicanti

Intossicazione da Metalli Pesanti

 

Alcuni elementi facenti parte del gruppo dei metalli, sono micronutrienti necessari per la vita degli esseri viventi e dovrebbero essere assorbiti prima dalle radici delle piante e in parte dalla dieta degli animali, ma molti metalli pesanti hanno la capacità di causare cambiamenti evolutivi a causa dei loro effetti sul corpo nel lungo termine.

Esempi di metalli pesanti sono il rame (Cu), piombo (Pb), zinco (Zn), mercurio (Hg), alluminio (Al), arsenico (As), ecc.

I metalli pesanti contaminanti sono devastanti e inquinano laria, lacqua e la terra, utilizzata dalle piante e dagli altri anelli della catena alimentare. I loro effetti sono di tipo genotossico, cioè producono mutazioni nel DNA e la demielinizzazione che colpisce il sistema nervoso centrale.

Spesso i danni sono provocati dallestrazione dei metalli, inquinamento, fonderia e placcatura, deposizione di origine atmosferica dallazione di inceneritori, scarichi dei veicoli e luso di fertilizzanti e pesticidi, così come il serbatoio dei fanghi contaminato dai fanghi di depurazione in alvei. Tali elementi si inseriscono nella catena alimentare e ossia negli alimenti vegetali che mangiamo e sempre più spesso nel pesce.

In connessione con lassorbimento e la distribuzione, i composti organometallici beneficiano di migliore diffusione, così ben assorbiti dal tratto digestivo e possono anche essere assorbiti attraverso la pelle. Se lassorbimento è lento le secrezioni per espellere lo sono ancora di più e tendono ad accumularsi nel corpo

Sangue, urine e capelli, sono gli elementi più comunemente usati per misurare la dose di presenza di metalli pesanti, inquinamento dovuto all’esposizione. I primi due per determinare unesposizione recente e lultimo per determinare le precedenti esposizioni e le loro evoluzioni nel tempo.

Mercurio

 

I derivati del ​​Mercurio con radicali alchilici come il metilmercurio, sono potenti sul sistema nervoso centrale e sui nervi in generale.

Il mercurio passa facilmente la barriera emato-encefalica, tanto che i feti vengono affetti per la continua esposizione al mercurio ingerito dalla madre, in particolare dalle amalgame o otturazioni dentali, che sono costituiti quasi dal 50% di questo metallo pericolosissimo.

Il consumo di pesce è altamente contaminate e ricco di metalli pesanti, oltre all’introduzione per iniezioni intramuscolari per la somministrazione sottocutanea di vaccini contenenti la principale fonte di contaminazione nell’uomo, il Thimerosal o Thiomersal o sodio-etilmercurio-tiosalicilato usato come conservante.

Il pesce più grande può anche vivere a lungo, mangiare altri pesci, che sono quelli che contengono più mercurio e che si accumula nel loro stesso tessuto adiposo.

Nei bambini e in gravidanza si ritiene che quei pesci contengono più mercurio (pesce spada, alcuni tipi di tonno) dovrebbero essere consumati in meno di 1 porzione al mese come quantità.

 

Il tiomersale, noto anche come thimerosal, è un composto contenente mercurio usato per prevenire la proliferazione di batteri e funghi durante lo stoccaggio e, soprattutto, quando si utilizzano flaconi multidose in certi vaccini.

È stato usato anche per la produzione di vaccini per l’inattivazione di microrganismi e tossine, e per mantenere la sterilità nella produzione. Il thimerosal è stato utilizzato dal 1930 nella produzione di alcuni vaccini e altri prodotti medici.

In un programma corrente di un paese occidentale, alcuni vaccini sono somministrati tutt’oggi contenenti questo eccipiente Tuttavia, i bambini vaccinati alla fine degli anni 70 possono aver ricevuto accumuli molto superiori a quelli considerati tossici dallOMS, a seconda dei marchi utilizzati per la vaccinazione e la dose inserita nelle campagne annuali di vaccinazione antinfluenzale.

Diagnosi

I metodi di analisi per scoprire il possibile avvelenamento da metalli pesanti sono quasi sempre basati su lanalisi del capello.

Effetti sul Corpo

Gli effetti avvengono principalmente sul sistema nervoso, bassa immunità riducendo la resistenza al virus e ai batteri, mal di testa e dolori muscolari, costipazione, difficoltà di concentrazione, potrebbe verificarsi lanemia. L’effetto è imprevedibile sullo sviluppo neuronale dei bambini, perché danneggia la mielina e si accumula nel corso della vita.

Possibili Trattamenti

Per rimuovere i metalli pesanti dal tratto gastrointestinale è necessario utilizzare sostanze che attraggono e mobilitano le sostanze nocive fuori dal corpo, vengono per questo utilizzati una serie di prodotti denominati chelanti.

L’aglio contiene zolfo che si combina con i metalli e ne facilita la loro rimozione.

Rumex Crispus

Oltre ad essere un chelante, ha la capacità di ripulire dagli insetticidi e pesticidi alloggiati nellintestino.

Clorella

E un alga coltivata in Giappone, tradizionalmente utilizzata come un detergente. Essa agisce mobilitando le riserve di metalli attraverso la secrezione di urine o feci.

Vitamina C

E indicata nell’avvelenamento da alluminio e arsenico. Essa contribuisce, come il selenio, a combattere i radicali liberi.

Alluminio

 

Lalluminio è usato nei cosmetici, dentifrici, deodoranti e utensili antitraspiranti, è sempre tossico.

I farmaci usati come antiacidi contengono alluminio, integratori di calcio, liquidi di dialisi antidiarroici, soluzioni nutritive e fondamentalmente vaccini, che hanno composti di alluminio adiuvanti: idrossido, fosfato o fosfohidróxido.

Effetti sul Corpo

L’alluminio è legato al coinvolgimento neurologico nell’encefalite, perdita di memoria, morbo di Alzheimer e altri disturbi mentali, stessa degenerazione neuronale, con mucosa digestiva debole. Si riduce lassorbimento di selenio e fosforo.

Come il mercurio si accumula nel corpo e non viene metabolizzato.

Per gli adiuvanti inclusi nella formulazione dei vaccini che comprendono alluminio, come esemplificato da un bambino che pesa 6 chili, il solo vaccino esavalente supera lalluminio contenuto nell’alimentazione dei canonici 2 microgrammi al giorno ammessi di 25 volte superiore e che comporta effetti significativi sulla programmazione genetica delle cellule nervose.

A questo proposito, la barriera emato-encefalica nei neonati è molto più permeabile di quella di un bambino sano di oltre un anno di età. Dovrebbe essere preso in considerazione anche il processo sensibile della mielinizzazione del sistema nervoso centrale, in piena attività nel primo anno di vita, che può anche essere modificato: assoni mielinizzati non sono suscettibili ad essere colpiti da elementi tossici.

Nei vaccini moderni vi è anche il sospetto che influiscano sulla via immunologica e nei processi demielinizzanti (vaccino contro lepatite B, per esempio).

Possibili Trattamenti

Può essere somministrato mesilato deferoxamina, un agente chelante per ioni di ferro trivalente e alluminio.

Piombo

 

Il piombo è stato trovato in alcune vernici, prodotti chimici, benzina e pochi anni fa, in alcune confezioni di insetticidi e nei tubi di acqua corrente in vecchi edifici.

Lesposizione a piccole quantità di piombo per un lungo periodo di tempo è noto come intossicazione cronica. L’anemia è il primo segno di avvelenamento cronico da piombo negli animali, dato che interferisce con la sintesi delleme, riflette i sintomi quali nausea, vomito e dolore addominale.

Effetti sul Corpo

I cambiamenti nei processi enzimatici riguardano i minerali come calcio, rame, zinco e manganese. Esso colpisce il sistema cerebrale e nervoso, riduce il sistema immunitario, causando mal di testa, costipazione, difficoltà di concentrazione, anemia e disturbi dello sviluppo psicomotorio e dolori muscolari.

I 5 Frutti che Aiutano a Disintossicare il Corpo

 

Invece di sprecare il nostro tempo, denaro ed energie su una dieta che non ha senso, dovremmo imparare a purificare il nostro corpo e adattarsi a una forma moderata di vita basata su cibi freschi e frutta che servono a disintossicarsi. In particolare, è molto importante prendersi cura di come si cucina per generare energia e gli effetti adeguati alle nostre esigenze personali.

Specialisti in nutrizione naturale ed energia, dicono che è necessario rispettare alcune semplici linee guida, ma molto efficaci, per aiutare a disintossicare il nostro corpo, come ad esempio mangiare a orari regolari, una cena anticipata con poco cibo o scoprire i vantaggi di frutta e verdura fresca.

I 5 Frutti tra i più Disintossicanti

Questi sono alcuni dei frutti che ci danno più benefici, in particolare per garantire il corretto funzionamento del fegato e di altri organi.

 

1. Mele e pere

Gli alimenti ricchi di pectina , come mele e pere, ti aiuteranno a rimuovere i rifiuti radioattivi dal corpo. La pectina attira le tossine, facilitando la loro eliminazione attraverso lurina e le feci.

 

2. Limone

Oltre a tutta la vitamina C che contiene, aumenta lalcalinità del corpo, aiuta a bilanciare lacidità dei cibi che mangiamo e mantenere un equilibrio. Grazie a questo, il corpo respinge le tossine che prendiamo dalla dieta e dallambiente. Si consiglia vivamente di spremere il succo di un limone in acqua calda e berlo ogni mattina.

 

3. Prugne secche

Esse sono ricche di zuccheri e fibra digeribile. Si tratta di un lassativo efficace che aiuta i bambini e gli atleti con una ricarica di energia prima di fare uno sforzo e anche dopo, dal suo alto contenuto di potassio, aiuta ad eliminare le tossine.

 

4. Arance e fragole

L’ideale per rafforzare i nostri corpi ed evitare così il temuto raffreddore. Il loro alto contenuto di polifenoli, vitamine e minerali proteggono il nostro cuore oltre a prevenire il cancro, il gonfiore e piccole emorragie come il sanguinamento delle gengive.

Sono presenti nelle diete di ringiovanimento grazie al loro elevato potere alcalinizzante, l’arancio purifica il sangue dalle tossine e previene la deposizione di acido urico nelle articolazioni. Sfrutta le sue proprietà bevendone il succo ogni mattina. Una combinazione ideale è fragole (ricche di acido ellagico), carote e arance.

 

5. Barbabietole

Anche se non è strettamente un frutto è ricco di vitamine B3, B6, C e beta-carotene. Sono anche una grande fonte di ferro, magnesio, zinco e calcio, minerali necessari per la rimozione ottimale di tossine.

Il succo di barbabietola è eccellente per la pulizia del corpo, in particolare il fegato, i reni e la cistifellea. E’ ottimo anche per la produzione di globuli rossi e migliorare la qualità del sangue.

Approfitta di questi frutti che servono a disintossicare, che sono anche freschi e deliziosi!


Comments are closed.